Bocciato il Referendum Consultivo

L’amministrazione di Nove in sede del Consiglio Comunale di giovedì 25 Maggio ha bocciato il Referendum Consultivo richiesto con più di 700 firme di residenti Novesi aventi diritto al voto, definendo la proposta dei cittadini come inammissibile. Un caso unico se messo a confronto con la vicina Torri di Quartesolo dove lo stesso comune ha speso 9500 euro per fare ricorso al Tar contro l’impianto del comune limitrofo.

Da: Il Giornale di Vicenza del 27-05-17

L’ Amministrazione Comunale risponde in merito al Referendum

Tra gli argomenti che verranno affrontati Giovedì 25 Maggio durante il Consiglio comunale, l’ Amministrazione Novese affronterà il tema del Referendum Consultivo sulla Biomassa. I cittadini hanno avanzato la richiesta poichè prevista la possibilità dallo Statuto Comunale, ed hanno vidimato molte più delle 400 firme richieste.

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare, difendiamo i nostri diritti.

Il caso biomassa a Nove sbarca in Europarlamento

Clicca sulla foto per vedere il servizio di Sabato 1 Aprile su TvA

Grazie ad un’interrogazione di Mara Bizzotto, il caso della recente costruzione che ospiterà un impianto privato a biomassa nel Comune di Nove sbarca in Commissione Europea.

“Rischi per la salute dei cittadini e per l’ambiente” afferma la deputata, chiedendo un’approfondita verifica ed un’attenta valutazione sui danni che tale attività porterà al territorio.

Teniamo in considerazione che la struttura sorge a ridosso di un Parco considerato zona ad interesse comunitario (SIC) ed a protezione speciale (Zps). Non bastasse, ci troviamo in una zona residenziale, vicino ad una roggia che rifornisce un bacino destinato al consumo umano.

 

Da Il Giornale di Vicenza, Domenica 2 Aprile

 

Salviamo il Parco Oasi del Brenta

A pochi passi dalla nuova costruzione che ospiterà l’impianto a biomassa in quartiere Crosara di Nove, si trova il Parco Oasi del Brenta.

 

 

Non pensiamo solo alla nostra salute, ma anche alla tutela dell’ambiente. Per tantissimi Novesi e non, quest’ area verde è un luogo dove poter fare una passeggiata con il cane, immergersi nella natura, portare i bambini a giocare.

Oltretutto, l’intera area è definita zona SIC (ad Interesse Comunitario). Il fiume è vita, ed il nostro Brenta ospita tantissime specie di animali e piante.
Anche solo l’eccessiva emissione concentrata di CO2 può recare un danno rilevante all’ambiente ed all’aria che respiriamo.

Firma anche tu la petizione per chiedere alle autorità regionali e provinciali che l’impianto non entri in funzione e che venga ridefinita la destinazione d’uso dell’area, così che nel futuro non possano ripresentarsi altre minacce per la salvaguardia del Parco Oasi del Brenta.
Desideriamo che l’intera zona venga riqualificata.

Sopratutto, che la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente vengano prima della speculazione di un privato.

 

 

Marcia per l’aria Pulita a Nove

La passeggiata è promossa dal nostro Comitato per sensibilizzare la cittadinanza e difendere il proprio diritto alla salute, nonchè preservare il nostro territorio e la natura che ci circonda dall’inquinamento.

Cammineremo insieme fino a raggiungere la Piazza De Fabris di Nove, dove proseguirà la raccolta firme Pro Referendum per chiedere all’Amministrazione che venga chiesta l’opinione dei novesi riguardo la recente costruzione che ospiterà un impianto a Biomassa in via Nodari.

L’invito era rivolto a tutti, soprattutto coloro che hanno a cuore il futuro dei propri figli, alle persone vicine e lontane che vogliono difendere la propria salute dall’inquinamento.

Grazie a Galdino Chemello ed il Fotogruppo9 per la gallery

 

Incontro con Gianni Tamino: Impianti a Biomassa

Sta suscitando molto dibattito e preoccupazione la richiesta di una società privata per l’apertura di un impianto a biomassa nel Comune di Nove (VI).
Nelle intenzioni dei richiedenti dovrebbe produrre pellet ed energia elettrica mediante procedimento di pirolisi (combustione del legno). Ma… cosa sono gli impianti a biomassa? Come funzionano? Ci sono rischi per la salute? E le polveri sottili?

A fare chiarezza ed informazione, l’Associazione Laboratorio Natura di Nove ha contattato il Prof. Gianni Tamino, biologo ed esperto ambientale che più volte si è già occupato di questo tipo di impianti.

 

 


Ringraziamo Sherwood Padova e Barbara Pigatto per le riprese ed il montaggio video dell’evento.