Statuto

Atto costitutivo Comitato

1. É costituita una Associazione denominata “Comitato No Biomassa Nove.

2. L’Associazione ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale senza fini di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità di ogni persona.
Per il raggiungimento di tali obiettivi, l’Associazione si propone di:

  • Promuovere tutte le iniziative ed azioni del caso per impedire la realizzazione di un impianto a biomassa in localitĂ  Crosara o in qualsiasi altro sito del comune di Nove (Vi), nonchĂ© ogni iniziativa, azione, progetto finalizzati a tutelare la salute dei cittadini, la salubritĂ  dell’ambiente e la tutela del patrimonio naturalistico, culturale ed artistico di Nove e del suo territorio.
  • Collaborare con altri Enti, Associazioni, Organizzazioni, Gruppi, che si propongono finalitĂ  analoghe, anche per lo scambio di dati ed esperienze sociali ed economiche;
  • Promuovere le tematiche che sono oggetto degli scopi dell’associazione.

3. L’Associazione ha sede in Nove (Vi) in via G. Zanella n. 3 e potrĂ  istituire altrove altre filiali.

4. Il domicilio fiscale dei soci, per quanto concerne i loro rapporti con l’Associazione, si intende eletto a tutti gli effetti presso la sede sociale.

5. La durata dell’Associazione e’ fissata dalla data dell’atto costitutivo sino al 31/12/2030 e potrĂ  essere prorogata per deliberazione dell’Assemblea.

6. Il patrimonio sociale e’ costituito dalle quote sociali annuali, versate dai soci, che saranno stabilite di anno in anno dal C.D. Per il primo anno la quota sociale e’ di euro 10,00. Faranno parte del patrimonio anche eventuali lasciti. La quota del socio non è rivalutabile ed è trasmissibile solo in caso di morte.

Assemblea

a. L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione.
b. L’Assemblea è composta da tutti i soci che sono in regola con il pagamento della quota associativa annuale. Essa delibera l’approvazione del bilancio, degli eventuali regolamenti e nomina i componenti del Consiglio Direttivo.
c. L’Assemblea è convocata in seduta ordinaria almeno una volta all’anno per l’approvazione del bilancio e, comunque, tutte le volte che se ne ravvisa la necessitĂ , su richiesta del Presidente o di almeno 1/5 degli associati, o di 1/3 dei membri del Consiglio Direttivo, entro 30 giorni dalla richiesta. In prima convocazione, l’Assemblea ordinaria è validamente costituita con la presenza della metĂ  piĂą uno dei soci con diritto di voto presenti in proprio o con esplicita delega scritta. In seconda convocazione l’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli aderenti intervenuti.
d. L’Assemblea delibera sulle questioni poste all’ordine del giorno con la maggioranza semplice dei presenti.
e. L’Assemblea dei soci può essere convocata in via straordinaria dal Consiglio Direttivo o dal Presidente per modifiche dell’Atto Costitutivo e dello Statuto, nonchĂ© per lo scioglimento e la liquidazione dell’Associazione stessa. In questi casi si applicano le maggioranze previste agli Artt. 11 e 12 del presente Statuto.
f. Le convocazioni dell’Assemblea saranno fatte a cura del Consiglio Direttivo con invito a mezzo posta elettronica o telefono o pubblicazione sul sito associativo almeno 15 giorni prima della data fissata, contenente la data e l’ora di convocazione e l’ordine del giorno.
g. Ogni socio votante può raccogliere al massimo due deleghe da due altri soci con le limitazioni previste dalla legge.
h. L’Assemblea sarà presieduta dal Presidente o dal vice-Presidente o, in assenza di entrambi, dal consigliere più anziano di età presente.
i. Il verbale di ogni assemblea sarà stilato a cura del Segretario nominato all’inizio dell’assemblea su proposta del Consiglio Direttivo e controfirmato dal Presidente ed è a disposizione dei soci per la libera consultazione.
j. Le disposizioni dell’Assemblea sono impegnative per tutti gli aderenti.

Amministrazione

a. L’associazione e’ amministrata da un C.D. composto da tre a nove membri, in numero dispari. L’assemblea prima dell’elezione procederĂ  a determinare il numero dei suoi componenti. Gli amministratori rimarranno in carica, salvo dimissioni, per tre anni, rinnovabili per un massimo di due mandati. L’assemblea ordinaria può variare il numero dei consiglieri anche durante il mandato. In caso di dimissioni della maggioranza dei consiglieri si intenderĂ  decaduto tutto il C.D.
b. Qualora non abbia provveduto l’assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo nominerĂ  il Presidente, il vice-Presidente, il segretario e il Tesoriere scelti tra i suoi membri.
c. Le riunioni del C.D. si terranno presso la sede sociale o altro luogo. Vengono convocate dal presidente a norma di legge.
d. Il C.D. e’ validamente riunito se sono presenti la metĂ  piĂą uno dei membri e delibera a maggioranza assoluta di voti dei presenti.
e. Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri necessari per il conseguimento dell’oggetto sociale sia per l’ordinaria che per la straordinaria amministrazione, ad eccezione dei poteri che la legge e lo statuto riservano all’assemblea dei soci. Il Consiglio Direttivo può delegare parte dei suoi poteri a singoli membri. Il potere di rappresentanza dell’associazione nei rapporti con terzi e in giudizio, e il potere di firma per l’associazione, spettano al Presidente. In caso di assenza o impedimento del Presidente, il Vicepresidente ne assume temporaneamente le funzioni. Il Tesoriere cura ogni aspetto amministrativo dell’Associazione. Cura la gestione della cassa e ne tiene la contabilità, effettua le relative verifiche, controlla la tenuta dei libri contabili, predispone il rendiconto economico annuale e il bilancio di previsione.
f. I membri del C.D. non percepiscono alcun compenso e non possono ricoprire cariche sociali in altre società od associazioni nell’ambito della stessa disciplina.

Esercizio Finanziario

Gli esercizi sociali si chiuderanno al 31 dicembre di ogni anno. Alla fine di ogni esercizio il Presidente e il tesoriere provvederanno alla formazione del bilancio sociale da presentare all’assemblea dei soci. Gli avanzi di gestione saranno totalmente reinvestiti per la realizzazione delle attivitĂ  istituzionali e di quelle a esse direttamente connesse.

Modifiche

Lo Statuto vincola alla sua osservanza tutti gli aderenti all’Associazione. Esso costituisce la regola fondamentale di comportamento dell’attività dell’Associazione stessa. Il presente Statuto può essere modificato con deliberazione straordinaria dell’Assemblea: in prima convocazione è necessaria la presenza di almeno 2/3 dei soci, in seconda convocazione regolarmente costituita qualunque sia il numero degli aderenti intervenuti; la delibera di modifica dello statuto deve essere approvata con il voto favorevole dei 2/3 dei presenti.

Scioglimento

La decisione motivata di scioglimento dell’Associazione deve essere presa da almeno i 2/3 degli associati. In caso di scioglimento i beni ed il patrimonio dell’Associazione saranno devoluti ad enti con simili finalitĂ  o ad associazioni senza fini di lucro operanti nel campo del volontariato e della solidarietĂ . E’ fatto divieto di distribuire il patrimonio residuo agli Associati.

Varie

Il presente statuto può essere integrato da un “Regolamento” approvato all’assemblea dei soci.

Articolo finale

Per quanto non previsto dal presente statuto ci si riferirĂ  al dettato del Codice Civile.